Carta d’Identità Elettronica: il 28/04/2017 parte la fase 2 | PA Digitale – Soluzioni Innovazione Pubblica Amministrazione

Carta d’Identità Elettronica: il 28/04/2017 parte la fase 2

In conformità al piano di dispiegamento approvato dalla Commissione interministeriale della CIE, dopo la prima fase partita il 4 luglio 2016 con 199 Comuni, dal prossimo 26 aprile 2017 il secondo gruppo di 350 Comuni (individuato dall’Allegato 1 della Circolare 4/02017, Direzione Centrale per i Servizi Demografici del Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del Ministero dell’Interno,) verrà abilitato al rilascio della Carta d’Identità Elettronica.

Si arriverà così a coprire il 50% della popolazione residente in Italia; a seguire, il coinvolgimento di tutti i restanti Comuni.

Nell’Allegato Tecnico (n.2 “vademecum”) della stessa Circolare sono forniti tutti i dettagli delle dotazioni destinate ai Comuni oltre ai prerequisiti necessari per l’installazione delle postazioni nonché le modalità di interfacciamento del portale CIEOnline con l’Anagrafica del Comune (APR), al fine di velocizzare il processo di rilascio dalla CIE.

Nel momento in cui le postazioni di lavoro saranno operative, ogni Comune o municipalità rilascerà la nuova CIE come previsto dal c. 5 del D.L. convertito con modificazioni dalla L. 6 agosto 2015, n. 125, abbandonando la modalità di emissione della carta d’identità in formato cartaceo salvo i casi di reale e documentata urgenza.

La nuova Carta d’Identità Elettronica ha una duplice utilità: serve non solo ai fini dell’identificazione, ma può essere utilizzata per richiedere un’identità digitale sul sistema Spid (Sistema pubblico di identità digitale).

Consulta la circolare n. 4/2017

Consulta il sito del Ministero dell’Interno