Codice degli Appalti: in G.U. il decreto correttivo del D.Lgs. 50 del 18/04/2016 | PA Digitale – Soluzioni Innovazione Pubblica Amministrazione

Codice degli Appalti: in G.U. il decreto correttivo del D.Lgs. 50 del 18/04/2016

Il Decreto Legislativo n. 56 del 19 aprile 2017, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 103 del 05/05/2017 – Suppl. Ordinario n. 22, in vigore dal 20 maggio 2017, porta oltre 300 modifiche al Codice dei contratti pubblici, non solo formali ma di ampia portata e sostanza, finalizzate (come si legge nella relazione illustrativa) “a perfezionare l’impianto normativo senza intaccarlo, con lo scopo di migliorarne l’omogeneità, la chiarezza e l’adeguatezza in modo da perseguire efficacemente l’obiettivo dello sviluppo del settore che la stessa legge delega si era prefissata”.

Si segnalano alcune tematiche oggetto di modifiche evidenti:

  • minori vincoli ed oneri per gli operatori economici nelle strategie di aggregazione (RTI, consorzi) e misure pro MPMI;
  • semplificazione delle procedure (al di sotto della soglia di 40.000 euro, ampliamento criterio del prezzo più basso per i lavori, alleggerimento del regime per i servizi dell’allegato IX ecc.);
  • valorizzazione degli appalti sostenibili (criteri ambientali per qualunque importo e clausole sociali per le procedure sopra-soglia, tutela rafforzata del costo del personale);
  • innalzamento delle misure di trasparenza e prevenzione.

 

Consulta la Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 103 del 05/05/2017 – Suppl. Ordinario n. 22