Strumenti per la dematerializzazione e digitalizzazione della PA

Il processo di dematerializzazione della PA, avviato ormai da tempo (si pensi alla scadenza del 12/10/2015 relativa al registro giornaliero di protocollo informatico), ha l’obiettivo di portare alla totale eliminazione del cartaceo, razionalizzare i flussi documentali, ridurre costi e tempi di evasione delle pratiche per garantire maggior efficienza, efficacia, trasparenza, semplificazione e partecipazione.

Con Urbi Smart gli enti possono ridefinire in ottica digitale i processi e flussi di lavoro e gestire in modo efficiente tutto il flusso dei documenti amministrativi informatici, dalla loro nascita alla protocollazione, al tracciamento delle modifiche fino alla conservazione digitale a norma, il tutto in perfetta aderenza alle vigenti disposizioni normative.

Con URBI Smart, infatti, gli enti dispongono di un sistema completo che si compone di:

  • sistema di gestione documentale che garantisce, fina dalla nascita, una corretta formazione e gestione dei documenti nonché la loro idoneità ad essere correttamente conservati e successivamente accessibili grazie alla stretta sinergia con il sistema di conservazione digitale a norma che ne garantisce la validità legale nel tempo
  • servizio di conservazione digitale a norma: PA Digitale è Conservatore Accreditato AgID ai sensi dell’art. 44-bis, c. 1 D.Lgs. 82/2005 CAD
  • protocollo informatico completo di PEC integrata, sistema di classificazione e fascicolazione dei documenti
  • gestione atti amministrativi e albo on line
  • workflow per la definizione di processi, assegnazione di compiti e monitoraggio delle prestazioni oltre che per la totale trasparenza delle attività in carico agli utenti
  • servizio automatico di marcatura temporale che preserva la validità della firma digitale
  • integrazione completa con firma digitale
  • contrassegno elettronico/timbro digitale
  • Amministrazione Trasparente per assolvere agli obblighi di legge in materia
  • Istanze online per consentire a cittadini e imprese di presentare le proprie richieste/pratiche tramite i servizi online pagando, laddove necessario, la marca da bollo digitale tramite il Nodo dei pagamenti.